Calcinato, Venerdì 28 Febbraio 2020 01:05 .... Ultimo aggiornamento: 11/04/2019
Home

 

L’edificio è collocato nel centro storico del paese e si trova in posizione collinare.

È disposto su due piani e nel corso degli ultimi anni sono state eseguite consistenti opere di ristrutturazione per rendere l’immobile più consono alle esigenze della propria attività.

Tutte le opere sono state eseguite in adempimento delle vigenti normative.

 
Loading...

L’edificio consta di:

  • n°5 aule per lo svolgimento delle normali attività di sezione.
  • Spazi di ampia metratura per lo svolgimento delle attività di intersezione
  • N°1 aula per il riposo pomeridiano dei bambini
  • N°1 salone utilizzato per il gioco libero dei bambini e per gli incontri con i genitori
  • N°2 blocchi di servizi igienici per i bambini e le insegnanti, posti uno al piano terra ed uno al primo piano dell’edificio stesso
  • N°1 salone refettorio
  • Zona cucina composta da: cucina, zona lavaggio, dispensa, servizio per il personale della cucina
  • N°1 ingresso e spogliatoio per gli utenti
  • N°1 cappella
  • Ampio e strutturato spazio esterno per le attività ludiche, ricreative e didattiche;
  • appartamento per la comunità delle suore, attiguo alla scuola.


Cenni storici

L’asilo infantile del Capoluogo, oggi scuola materna, con sede nel comune di Calcinato, ebbe origine nel 1898.
Si costituì mediante il generoso contributo del sig. Luigi Fortunato il quale, morendo nel 1893, lasciò la somma di L. 500 (cinquecento lire), destinata alla fondazione di un asilo per l’infanzia di Calcinato; le offerte raccolte tra tutti indistintamente gli abitanti di Calcinato; i sigg. Vincenzo e Caterina Bianchi fu Biagio e Regina Tagliani fu Giovanni e nel 1910 il Monsignor Perini, Parroco di Calcinato, donava il fabbricato adibito a sede dell’asilo.

La scuola Materna ha sede in via Salvo D’Acquisto n° 12.
Fu eretta in ente morale con regio decreto del 4 giugno 1925, acquisendo la personalità giuridica di diritto pubblico in qualità di I.P.A.B.- istituzione pubblica di assistenza e beneficenza - ai sensi della legge 17 luglio 1890 n° 6972. Successivamente l’ente fu escluso dal trasferimento al comune, perché svolgente in modo precipuo attività inerente la sfera educativo-religiosa ( ex art. 25D.P.R. 616/77) con D.P.C.M. del 22/12/78 di cui all’elenco n° 13 pubblicato sulla G.U. n° 361 del 29/12/78 ed in seguito inserito nell’elenco delle I.P.A.B. della Regione Lombardia.
La giunta regionale con delibera n° 19286 del 27/02/1992 pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione Lombardia n° 20 del 11/05/1992 ha disposto la depubblicizzazione dell’ente a norma delle leggi regionali n° 21 e 22 del 1990. Sin dalla fondazione della Scuola Materna a tutt’oggi, la scuola si avvale della presenza delle suore appartenenti alla “ Congregazione delle Piccole Suore della Sacra Famiglia”.

Le Piccole Suore della Sacra Famiglia sono inserite nella realtà umana ed ecclesiale per essere testimoni del messaggio dei loro fondatori: don Giuseppe Nascimbeni e Madre Maria Domenica Mantovani che pongono la famiglia al centro della loro attenzione pastorale.

Webcam Bacheca

Calendar

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
 

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.