Calcinato, Martedì 11 Agosto 2020 17:13 .... Ultimo aggiornamento: 11/04/2019
Home

 

L’art. 12 della nuova legge di Riforma Moratti prevede che, in attesa del definitivo assetto pedagogico, didattico ed organizzativo, la scuola adotti in via transitoria le INDICAZIONI NAZIONALI per i PIANI PERSONALIZZATI.

Queste Indicazioni contengono un’ articolata rassegna delle prestazioni che le scuole sono chiamate ad assicurare, sia per garantire l’ unità nazionale del sistema educativo, sia per consentire alle bambine e ai bambini di sviluppare, a seconda delle loro età, tutte le dimensioni della loro personalità. Troviamo nelle Indicazioni Nazionali un’ elencazione degli obiettivi specifici di apprendimento sotto quattro aree:

Il sè e l'altro
In questa area confluiscono tutte le esperienze e attività esplicitamente finalizzate, che stimolano il bambino a comprendere la necessità di darsi e di riferirsi a norme di comportamento e di relazione, indispensabili per una convivenza unanimemente valida. Il bambino è stimolato a vivere una sempre più estesa comunità di rapporti, al riconoscimento pratico e alla presa di coscienza della vita sociale. Attraverso diverse attività si arriva ad interiorizzare il significato di socializzazione in tutti i suoi aspetti (es. il rispetto dei turni, il valore della vita, il rispetto delle altre culture…).

Fruizione e produzione di messaggi
Questa è l’area specifica delle capacità comunicative riferite al linguaggio e al primo contatto con la lingua scritta. E’ l’area che considera poi tutte le attività inerenti alla comunicazione ed espressione manipolativo-visiva, sonoro-musicale, drammatico-teatrale, audiovisuale e massmediale e il loro continuo intreccio. Essa comprende il conseguimento di tutte le competenze e abilità utili al bambino per comprendere, tradurre, rielaborare e produrre codici che fanno parte della nostra civiltà dell’ informazione. Abbiamo quindi il perseguimento di abilità come:

  • comunicare ed esprimersi in modo chiaro e personale;
  • usare un linguaggio appropriato;
  • analizzare, descrivere una situazione vissuta o narrata;
  • riconoscere i colori;
  • saper strappare, incollare, ritagliare, piegare, impugnare, correttamente forbici e matite;
  • riprodurre graficamente eventi vissuti o uditi;
  • usare la parola in modo creativo;
  • imitare e mimare;
  • superare paure;
  • riprodurre semplici schemi ritmici;
  • distinguere un suono da un rumore;
  • discriminare diverse forme sonore.

Esplorare, progettare e conoscere
Quest’ area si rivolge in modo specifico alle capacità di progettare ed inventare, di interpretare ed intervenire consapevolmente sulla realtà attraverso abilità matematiche semplici come:

  • raggruppare;
  • ordinare;
  • quantificare;
  • contare;
  • confrontare;
  • classificare;
  • inventare e creare forme e costruzioni.


E’ anche l’area volta a formare un “ atteggiamento ” e delle abilità di tipo scientifico. Potenziando e disciplinando quei tratti come la curiosità, la spinta ad esplorare e a capire, il gusto della scoperta, la motivazione a mettere alla prova il pensiero, la scuola orienta i suoi interventi ad un vasto raggio di obiettivi:

  • capacità di esplorare, manipolare e osservare la realtà;
  • misurare;
  • ordinare;
  • essere capaci di formulare ipotesi;
  • saper argomentare un determinato evento.


Corpo, movimento salute
Questa è l’area che si riferisce alla corporeità, al movimento e alla cura della propria persona, che contribuisce alla crescita del bambino promuovendo la presa di coscienza del valore del corpo e la sperimentazione di questo in tutta la sua totalità. Le competenze e le abilità da raggiungere riguardano:

  • l’ acquisizione di uno schema corporeo;
  • lo sviluppo di schemi motori di base (es. correre, saltare…);
  • lo sviluppo della coordinazione;
  • lo sviluppo di una positiva immagine di sé;
  • il riconoscere parametri spaziali;
  • il curare in autonomia la propria persona, gli oggetti, l’ambiente e i materiali comuni nella prospettiva della salute e dell’ordine;
  •  il controllo dell’affettività e delle proprie emozioni in maniera adeguata all’età rielaborandola attraverso il corpo e il movimento.

           
            Va aggiunto, inoltre, che gli obiettivi specifici di apprendimento, anche se presentati in maniera analitica nelle Indicazioni Nazionali, sono tra loro strettamente correlati in quanto obbediscono ad una visione unitaria dell’ intervento educativo.

Webcam Bacheca

Calendar

«  
  »
L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
 

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.